SCIRVI LA PAROLA NELLO SPAZIO SOPRA POI PREMI INVIO PER INIZIARE LA RICERCA. PREMI ESC PER USCIRE

Threads, il nuovo servizio di messaggistica di Instagram

Instagram dice addio alla app Direct e annuncia l’arrivo di Threads, il nuovo servizio di messaggistica della piattaforma.

Dopo il tramonto di Direct, la famiglia di Facebook si prepara ad accogliere un nuovo membro: si chiama Threads ed è la nuova app pensata dagli sviluppatori di Menlo Park per connettere tra loro gli utenti di Instagram.

 

Quali sono le novità di Threads?

 

Threads sostituirà le funzionalità di Direct, la app di messaggistica istantanea di Instagram, e lo farà in modo innovativo e differente.

La priorità degli amministratori di Facebook, anche in questo caso, è la privacy degli utenti. Pertanto, Threads è stato pensato appositamente per garantire la riservatezza delle conversazioni personali sulla piattaforma.

Si è, dunque, scelto di prediligere le connessioni tra gli amici più stretti, per fornire agli utenti uno strumento aggiuntivo per rimanere sempre in contatto con le persone più vicine.

Grazie a Threads, gli utenti potranno, quindi, comunicare in maniera diretta e immediata con gli account appartenenti alla cerchia degli Amici più stretti. Questa funzionalità consentirà agli amici di scambiarsi messaggi, foto, video, Stories in maniera più veloce e con la garanzia del rispetto della privacy.

 

Chi sono gli Amici più stretti?

 

Già a partire da novembre 2018, Instagram ha introdotto la possibilità per i suoi utenti di creare una lista di amici ristretti con cui condividere le proprie Stories.

Chi volesse utilizzare Threads dovrà, quindi, creare la propria cerchia di Amici più stretti con cui chattare, selezionando gli account preferiti dalla lista dei propri followers.

Tra le altre novità c’è, poi, l’introduzione dello Status, che, come per Facebook e Whatsapp, consente di fare sapere a tutti gli amici che cosa si sta facendo.

Tuttavia, a differenza delle altre applicazioni, lo Status di Threads si potrà generare automaticamente, grazie alla localizzazione GPS, che potrà rilevare gli spostamenti degli utenti e intuire le attività svolte.

Con l’attivazione dello stato automatico, l’applicazione pubblicherà, infatti, degli aggiornamenti generici sulla posizione dell’utente, come ad esempio “A casa”, “Al lavoro” o “In spiaggia”.

Niente paura, però: Facebook ha già rassicurato il suo pubblico che la posizione degli utenti non verrà rilevata ai fini commerciali degli annunci pubblicitari, ma soltanto ai fini delle discussioni su Threads.

Per comunicare con tutti gli altri account, rimarrà, comunque, attiva la funzione Direct interna alla piattaforma di Instagram, mentre l’omonima app cederà il posto al nuovo Threads.

Lascia un commento

Please be polite. We appreciate that. Your email address will not be published and required fields are marked

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.