10 lavori che stanno scomparendo (o sono già scomparsi) con la tecnologia

LavoriLa tecnologia ha fatto passi da gigante negli ultimi anni, trasformando il mondo, la società, le persone e anche il mondo del lavoro.

Così come sono nati molti lavori, molti altri si sono evoluti, o sono mutati che dir si voglia, e altri sono addirittura scomparsi (o quasi), basti pensare all’addetto al casello autostradale, figura vista sempre più di rado, o a lavori come l’ascensorista, mansione nata e scomparsa nel giro di un ventennio, in entrambe le situazioni per mano della tecnologia.

Oggi siamo qui per parlarvi proprio di questo genere di occupazioni che andranno a scomparire nel giro di poco tempo, di quelle che si trasformeranno e delle conseguenze che deriveranno da questo cambiamento.

L’MIT ha creato un’ intelligenza artificiale folle

Intelligenza artificialeIl suo nome è Norman ed è uno psicopatico, proprio come il protagonista di Psyco, ma in realtà è un’intelligenza artificiale sviluppata dall’MIT fornendo agli algoritmi materiali presi da uno dei canali più oscuri di Reddit, sito molto popolare negli USA dal funzionamento simile a un social network, che trattavano principalmente di violenza e morte, fornendo per varie foto le descrizioni date dagli utenti.

Dagli attrezzi per la palestra ai semafori: ecco in quali settori si svilupperà l’Internet Of Things

Nel recente passato si sente molto parlare di Internet of Things, termine coniato ben 20 anni fa da Kevin Ashton, ingegnere britannico per indicare la sua visione di un mondo interconnesso in tutto per tutto nel web, creando una comunicazione costante e un network accessibile a chiunque in tempo reale, e tutti noi sappiamo che ormai è realtà già da qualche tempo. Ma oggi siamo qui per parlarvi di altro, più precisamente dei settori che entreranno a far parte in futuro di questa enorme rete.

Google ARCore e le nuove frontiere dello shopping

Poco più di un mese fa si è tenuto il Mobile World Conference 2018 a Barcellona dove Google ha finalmente lanciato in forma stabile ARCore, il suo software per la realtà aumentata.

Non è una novità che il colosso di Mountain View si approcci già da tempo al mondo dell’AR, basti pensare che il primo software di questo tipo (Tango) venne rilasciato nel 2014, ma non ottenne il successo sperato, soprattutto per il fatto che gli smartphone che supportavano questo programma erano veramente pochi.

Seo e Voice Search, due strade destinate ad incontrarsi

Prima Siri, poi Cortana fino ad arrivare ad Alexa, il numero degli assistenti vocali sviluppati dalle varie società sembra essere in costante aumento. Ovviamente come ogni nuova tecnologia per arrivare ad essere utilizzata da tutti ha bisogno ancora di tempo ma la domanda sorge spontanea. Il futuro del web marketing passerà dal voice search? Con tutta probabilità si.

Ecosia: Il motore di ricerca che finanzia l’ambiente

EcosiaOggi vogliamo proporvi il caso Ecosia, una nuova e interessante realtà nel campo dei motori di ricerca. Si tratta di una valida alternativa a Google che ne replica il funzionamento in tutto e per tutto eccetto che per il tipo di investimenti che l’azienda attua sul proprio utile, e proprio qui troviamo la particolarità e l’innovazione che rendono così singolare quest’azienda.