Le App del futuro

Come ogni anno, si è svolta a San Francisco la tre giorni, dal 30 marzo al 1 aprile, del Build, la conferenza degli sviluppatori Microsoft, dove sono state presentate, oltre che le novità del nuovo sistema operativo Windows 10, le nuove innovazioni tecnologiche dell’azienda informatica americana.
La prima riguarda l’aggiornamento di Windows 10, che arriverà in estate ad un anno dal rilascio della prima versione. Si chiamerà Anniversary Update e sarà gratuito per chi è già in possesso dell’ultimo software. Oltre a ciò, chi eseguirà l’aggiornamento, potrà contare su un pacchetto con molte novità.
Tra le più significative innovazioni ci saranno l’integrazione sul browser The Edge di Windows Hello, ovvero sarà disponibile un sistema che permette di accedere a Windows Hello mediante un account riconoscibile tramite impronte digitali, riconoscimento del viso e la scansione dell’iride (che fino a questo momento era disponibile solamente per certi dispositivi mobili come smartphone e tablet). Inoltre, tra le novità, ci sarà l’integrazione con il sistema operativo di Linux per la creazione di applicazioni.
Verranno introdotti dei supporti, come ad esempio penne digitali , per aumentare l’interattività della scrittura: con questo metodo sarà possibile, ad esempio, calcolare la distanza tra due luoghi, solamente unendoli con una linea.
In aggiunta ci sarà il visore, ovvero degli occhiali speciali, che potranno essere utilizzati in diversi ambiti: dall’intrattenimento (giochi o video) fino al campo medico o spaziale.
Come se non bastasse, i clienti saranno in grado di creare chatbox grazie al lancio del Microsoft Bot Framework, strumento già introdotto da Skype con il Skype Bot Platform, dove potranno dialogare con bot di parti terze, come, ad esempio, ristoranti ed hotel.

Google penalizzerà ulteriormente i siti non mobile friendly

google-mobile-friendlyGià dall’anno scorso il colosso di Mountain View aveva comunicato la decisione di penalizzare i siti non mobile friendly a partire dal 21 aprile 2015. Lo scopo è quello di educare il mondo degli sviluppatori affinché portino online prodotti pienamente in linea con le attese e le necessità degli utenti. Tale penalizzazione riguarda l’algoritmo che determina il posizionamento nei risultati di ricerca e che considera più di 200 Fattori di Ranking.

Attenzione! Il Virus Cryptolocker continua a diffondersi rapidamente

cryptolocker

Cos’è?

CryptoLocker è un virus in circolazione da settembre 2013 che si sta diffondendo rapidamente. Quando il virus entra in funzione, inizia a crittografare i tuoi file (che diventano inutilizzabili) con algoritmi di cifratura quasi impossibili da decriptare. Questo Virus si diffonde anche sulle unità di rete condivise e può criptare file presenti nei server mappati.

Questo può rendere inutilizzabili file fondamentali per la tua azienda impedendo l’uso dei dati del gestionale e bloccando l’intera operatività.

Debutta il 29 luglio Windows 10

windows 10Windows 10 sarà la piattaforma più aperta e collaborativa di sempre”.

Mancano ormai solo poche ore all’arrivo di Windows 10. Il nuovo sistema operativo di Microsoft non sarà disponibile per tutti sin da subito, ma ad averlo per primi saranno gli utenti che negli ultimi mesi hanno contribuito, tramite i loro feedback, alla fase di test. Sono stati ben 5 milioni gli “insider”, cioè gli utenti, che hanno avuto la possibilità di provare in anteprima la nuova versione.

Per chi utilizza già Windows 7 o 8 il software sarà gratuito, per averlo bisognerà soltanto fare un aggiornamento. Mentre per chi è rimasto alle versioni più vecchie, il costo della licenza partirà da circa 100 euro.

Ma quali sono le novità del sistema operativo?

Trend positivo per il mercato delle App

Fotolia_73247214_Subscription_XXLNell’aprile di quest’anno l’Osservatorio Ict del Politecnico di Milano ha presentato i risultati ottenuti da uno studio sul mercato delle App in Italia facendone emergere un dato di notevole interesse: questo mercato vale 25 miliardi di euro e rappresenta il 2% del Pil. Tale studio ha anche evidenziato le abitudini dei “mobile surfer” italiani: tra quelli che navigano con un dispositivo mobile uno su tre ha scaricato App a pagamento sul proprio smartphone.

Il Cloud: introduzione su cos’è la “nuvola”

cloud computingPer molti “non esperti” del settore probabilmente il concetto di “cloud computing” resta ancora un po\’ nebuloso, al punto da risultare strano pensare che noi tutti siamo sulla “nuvola”, spesso a nostra insaputa. Seppur a volte inconsapevolmente, tutti usiamo i cloud: gran parte dei nostri dati, infatti, non hanno dimora nei PC, notebook o dispositivi mobile, ma vengono ospitati online. Come definire allora il cloud computing? Nel modo più semplice lo si può spiegare come un insieme di tecnologie e modalità di fruizione di servizi informatici che permettono di memorizzare, archiviare, elaborare dati grazie all’utilizzo di risorse hardware/software virtualizzate in rete. Se i dati risiedono sui server web piuttosto che sui singoli computer l’accesso ai servizi può avvenire gratuitamente in qualsiasi momento, in qualsiasi lungo e attraverso qualsiasi supporto che abbia un collegamento alla rete.